SOLUZIONE HPA

^ torna ai PRODOTTI

AREE DI INTERVENTO
I laboratori di ricerca Hymera hanno sviluppato diverse soluzioni intervenendo nelle seguenti aree:
Migliorare la velocità della pura capacità computazionale;
Definire dei nuovi algoritmi di ricerca del punto di massima potenza introducendo il concetto di algoritmo dinamico e non più statico;
Aggiungere “storia” agli algoritmi in modo da renderli esperienziali e dunque accelerarne ulteriormente il funzionamento e diminuire notevolmente la capacità di calcolo connessa. Ciò rende l'inverter “esperto” per quel parco fotovoltaico nello specifico.

IL LINGUAGGIO COMPUTAZIONALE
Nessun linguaggio standard consente di lavorare efficacemente per il corretto funzionamento degli inverter. Allo stesso modo nessun linguaggio permette di introdurre un concetto di buffer che possa aiutare l'inverter a diminuire in maniera significativa il numero di scansioni necessarie a far funzionare il sistema in maniera ottimale.
Hymera ha creato un linguaggio proprietario di programmazione, all'interno del quale è stato introdotto il concetto di funzionamento quantistico, attraverso il quale è stato sviluppato un kernel in grado di interpretare le istruzioni date dal nuovo linguaggio.

LA SOLUZIONE HPA - Hymera Power Amplifier
HPA è un sistema di ottimizzazione che consente un miglioramento istantaneo (a partire dal momento dell'attivazione) della produzione elettrica dell'ordine del 8-15%. Il Sistema consente di “pilotare” in modo esperto i parametri di funzionamento di un impianto fotovoltaico oggi predefiniti di default sulla base di condizioni standard di laboratorio (STC) e non sulle effettive condizioni operative di un impianto. La gestione dinamica dei parametri dell'inverter permette agli attuali componenti di Management & Control di un impianto fotovoltaico di lavorare al meglio delle loro caratteristiche, di ridurre notevolmente il numero di errori che vengono introdotti dagli algoritmi proprietari dei firmware dei diversi inverter, di evitare situazioni di funzionamento critico dell'impianto prevenendo malfunzionamenti e possibili situazioni critiche nei componenti. Nessuna delle caratteristiche di funzionamento degli inverter viene modificata, né tantomeno viene modificato il modo di produrre energia o la potenza generale dell'impianto. Si permette esclusivamente a questi di produrre meglio.